fbpx

COME CONSERVARE IL PROSCIUTTO COTTO

Non sempre riusciamo ad acquistare l’esatta quantità di prodotti che andremo a consumare. Nessuno è perfetto! In particolare per i salumi può capitare di avanzare qualche fetta dopo il tagliere che abbiamo preparato per l’aperitivo o del prosciutto che abbiamo acquistato per i nostri piatti. Cosa fare dunque con quelle gustose fette di prosciutto avanzate? Niente paura, non si deve buttare via niente. La buona notizia è che è possibile conservare il prosciutto cotto avanzato per poterlo consumare nei giorni successivi. Basta solo rispettare alcune accortezze.

Che tu l’abbia acquistato al banco della gastronomia oppure in vaschetta sottovuoto il prosciutto cotto affettato si conserva allo stesso modo. L’unica differenza è che quello acquistato al banco va consumato entro pochi giorni e quello in busta, finché rimane sigillato nella sua vaschetta, può durare più di tre settimane (si consiglia di controllare sempre la data di scadenza prima dell’acquisto!).

Per conservare correttamente il prosciutto cotto occorre innanzitutto seguire alcune regole fondamentali:

  • tenerlo in frigo ad una temperatura minore di 4 gradi. Ricorda, la regola vale anche per il prosciutto cotto intero, o in trancio e anche quando i prodotti sono ancora chiusi nelle loro confezioni.
  • Consumarlo entro due, massimo tre giorni dall’apertura della confezione.

3 METODI EFFICACI PER CONSERVARE IL PROSCIUTTO COTTO AFFETTATO

 

E’ fondamentale che il prosciutto già affettato venga conservato in frigorifero e sigillato, in modo che non rimanga a contatto con l’aria, ti suggeriamo di:

  • avvolgerlo bene nella carta trasparente o nella carta stagnola, oppure
  • conservarlo in una vaschetta di plastica sigillata, oppure
  • metterlo sottovuoto, se disponi di un macchinario per il sottovuoto.

POSSO CONGELARE IL PROSCIUTTO COTTO?

 

Ni, sebbene l’opinione popolare sostenga che il prosciutto cotto si possa conservare nel freezer, sarebbe meglio non farlo perché congelandolo si rischia di perdere importanti caratteristiche organolettiche come l’aroma, il profumo e tenderà inoltre a seccarsi. Tuttavia non costituisce un pericolo per la tua salute, semplicemente il prodotto non sarà fresco come appena acquistato.

… E COME SI CONSERVA QUELLO INTERO?

 

Nel caso tu abbia acquistato un prosciutto cotto intero, oppure un piccolo trancio di prosciutto cotto valgono le stesse regole valide per l’affettato:

  • conservalo in frigo ad una temperatura non superiore ai quattro gradi,
  • se le dimensioni lo consentono, mettilo in una vaschetta sigillata,
  • nel caso il pezzo sia troppo grande per essere messo in una vaschetta, avvolgilo bene nella carta trasparente e assicurati che non sia esposto all’aria.

L’unica differenza con il prosciutto cotto affettato è che un prosciutto cotto intero o un trancio si conserverà più a lungo.

COME NON CONSERVARE IL PROSCIUTTO COTTO

 

Alcune azioni potrebbero compromettere la freschezza e la salubrità del prodotto, assicurati di NON fare nessuna di queste:

  • lasciarlo fuori dal frigo,
  • esporlo a fonti di calore,
  • conservarlo insieme ad altri salumi o alimenti.

Ricorda! Non tutti i salumi si possono conservare alla stessa maniera. Ad esempio, per conservare il prosciutto stagionato occorrono attenzioni diverse rispetto al prosciutto cotto.

Altri articoli dal nostro blog

2021-12-17T11:19:46+01:00